Analisi archeoacustica dell'antica città di Alatri in Italia

  • Stampa

aPaolo Debertolis, bDaniele Gullà

aDipartimento di Scienze Mediche, Corso di Archeologia Odontoiatrica, Progetto SB Research Group, Università di Trieste

 bProgetto SB Research Group, Bologna

 

Riassunto – La ricerca del SBRG sui fenomeni archeoacustici e fisici negli antichi siti si è sviluppata nel corso degli anni. In particolare il nostro gruppo di ricerca utilizza un pratico standard (SBSA) che integra il campo dell'archeologia. Lo studio dell’archeacustica e dei fenomeni naturali nel corso degli ultimi cinque anni, ci ha permesso di offrire una spiegazione ad alcuni degli enigmi presenti negli antichi siti archeologici che non erano stato possibile spiegare in precedenza con altri metodi. A seguito della nostra esperienza, abbiamo utilizzato la stessa metodologia archeoacustica per studiare la città di Alatri in Italia. L'attuale Cattedrale di Alatri si trova nel punto più alto della città, sotto il quale giace un tempio ciclopico. In questo studio abbiamo cercato di capire perché un tale tempio è stato costruito in cima alla collina. Utilizzando il nostro protocollo SBRG abbiamo scoperto delle vibrazioni a bassa frequenza molto intense e significative da onde sismiche continuamente emesse dal sottosuolo. La nostra ipotesi suggerisce che l'esposizione a tali vibrazioni, in assenza di rumore, potrebbe avere un significativo effetto sulla psiche di coloro che si concentrano in preghiera e in meditazione in tale luogo, facilitando l'accesso ad un’estasi mistica. Anche se gli antichi non possedevano la stessa attrezzatura di cui disponiamo oggi, erano comunque a conoscenza della possibilità di raggiungere un tale stato mistico, forse semplicemente percependo che erano più vicini a Dio in un determinato luogo. Le onde sismiche sembrerebbero derivare dalle faglie geologica situate a lato della collina dove la città si è formata fin dai tempi antichi. La presenza di queste frequenze sismiche avrebbe pertanto aumentato l'effetto di eventuali rituali celebrati in quel luogo potenziando la psiche dei partecipanti a causa dell'influenza di queste basse vibrazioni sulla attività cerebrale umana. Ciò suggerisce che i costruttori di questo tempio avevano una sorta di conoscenza di questo effetto e ciò offre una possibile spiegazione del perché il tempio è stato costruito in quel particolare luogo e non sulle colline vicine.

Parole chiave: archeoacustica, Alatri, mura poligonali, basse frequenze sonore, infrasuoni, SBRG, SB Research Group.

Questo articolo scientifico è stato pubblicato sul numero di Settembre 2015 (Volume 2, Numero 3, pp. 1-29) del British Journal of Interdisciplinary Science, ISSN 2056-5402 (Online), UK, (la rivista scientifica ha cessato le pubblicazioni nel 2016).

Potete trovare l'articolo originale in lingua inglese qui.